Letizia Scarpello | Spring Cleaning

16 > 30 settembre 2021
Con la performance a più episodi Spring Cleaning, l'artista Letizia Scarpello trasforma la Sala Santa Rita nella sede ideale per un processo di rinnovamento pratico e simbolico.
Dal 16 al 30 settembre la Sala Santa Rita ospiterà Spring Cleaning, performance a più episodi a cura di Letizia Scarpello. È il sesto dei 12 progetti vincitori del “Bando di selezione Sala Santa Rita 2021”, promosso da ROMA Culture e affidato in gestione all’Azienda Speciale Palaexpo, nell’ambito della sua missione di “Polo dell’arte e della cultura contemporanea”. Un esperimento inedito che restituisce la Sala Santa Rita alla Città e la trasforma in un osservatorio attraverso il quale avvicinarsi ad opere d’arte di natura diversa, tutte ideate in stretta relazione con il luogo che le ospita e autentiche espressioni della creatività contemporanea.

Spring Cleaning è un ciclo di performance nato nel 2021 a Corralejo, Fuerteventura in occasione di una residenza artistica (Spring Break Spring).

Il progetto prende ironicamente spunto dall'uso comune delle pulizie di Primavera, ossia l'insieme di azioni che tradizionalmente ci porta a ripulire gli spazi quotidiani alle soglie della Primavera.

Da dove deriva il termine "Pulizie di Primavera"?

La tradizione delle pulizie di Primavera deriva dall'usanza ebraica di pulire la casa in corrispondenza della Pesach (Pasqua) in un rituale che unisce l'aspetto pratico a quello spirituale. In origine questo procedimento aveva lo scopo di eliminare i residui di lievito coerentemente con il divieto di consumare o possedere alimenti lievitati durante l'intero periodo della festività per ricordare la fuga dall'Egitto, tanto improvvisa e frettolosa da non permettere il processo della lievitazione del pane. Alla liberazione della casa da polvere, lievito e oggetti indesiderati è associato un atto di pulizia spirituale in un rito di rinnovamento annuale con lo scopo di allontanare da sé qualsiasi negatività.

La tradizione delle Pulizie di Primavera che per le famiglie ebraiche coinvolge tutti i membri del nucleo familiare è stata ripresa in diverse varianti anche in alcune regioni d'Italia, in cui le pulizie primaverili sono state collegate dai cristiani al sacramento della Confessione e della Benedizione della casa, diventando il modo per liberarsi simbolicamente dal peccato oppure per scacciare il demonio dalla propria abitazione.

Nel caso di Spring Cleaning, il gesto semplice e puro di voler ripulire lo spazio trascina con sé il desiderio di riportare equilibrio e luce ad una mente offuscata da pensieri oscuri e reminiscenze di episodi recenti drammatici.

La Sala di Santa Rita da Cascia è un luogo che seppure sconsacrato trattiene grande spiritualità grazie alla sua costituzione architettonica, e per questo motivo diventa sede ideale per un processo di rinnovamento pratico e simbolico.

Spring Cleaning è una performance a più episodi caratterizzata da un'azione singola ripetuta nel tempo che di volta in volta assume valori nuovi tali da iconizzarne la natura, semplice e condivisa.

La performance di Letizia Scarpello avverrà dal martedì alla domenica in due turni: il primo, dalle 18 alle 19 e il secondo dalle 20 alle 21. Nella pausa tra le 19 e le 20, l'artista dialogherà con il pubblico interessato indossando DPI.

Lunedì 20 e lunedì 27 la Sala Santa Rita sarà chiusa.
immagine

dal martedì alla domenica dalle 18 alle 21

Ingresso gratuito. L’ingresso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid19.

info
Sono stati selezionati i 12 progetti vincitori “Bando di selezione Sala Santa Rita 2021” 
 
 
ENTRA